Il disagio di parlare con chi ha subito un lutto

Una ricerca condotta nel Regno Unito ci permette di riflettere su l’importanza di imparare a gestire il dolore, il lutto e la morte non solo quando ci riguardano direttamente, a seguito del decesso di una persona cara, ma anche quando a soffrire è qualcun altro. 

Secondo i dati raccolti, infatti, oltre la metà degli inglesi non si sente a proprio agio nel parlare con qualcuno che ha appena vissuto un lutto.

La ricerca è stata effettuata da ComRes per la Dying Matters Coalition, organizzazione britannica che aiuta le persone a relazionarsi con il morire, con la morte e con il lutto.

Grazie a un sondaggio online, sono stati coinvolti 2.085 adulti, in un periodo compreso tra il 15 e il 17 aprile 2016. Il campione per l’indagine è stato ponderato per risultare rappresentativo di tutti gli adulti di età superiore ai 18 anni residenti in Gran Bretagna.

Secondo quanto emerso dall’analisi dei dati, il 72% degli intervistati conosce qualcuno che ha subito di recente un lutto; di questi, uno su quattro (pari al 26%) ha ammesso di non aver saputo che cosa dire, il 40% è riuscito a parlare della persona deceduta solo dopo che è stata menzionata da chi ha vissuto il lutto in prima persona. Uno su dieci (ovvero il 9%) ha evitato del tutto di parlarne e il 4% ha anche evitato di incontrare la persona in lutto.

Per approfondire

Si consiglia la lettura dell’articolo completo pubblicato sul sito del Centre for Death & Society

Seguici su
Facebook Twitter Youtube
Archivio Notizie