Funerali

Gli americani preferiscono la dispersione delle ceneri

Secondo un recente sondaggio* commissionato dalla National Funeral Directors Association, il 51,1% degli americani intervistati ha dichiarato che sceglierebbe la dispersione delle ceneri in un luogo d’affezione, mentre solo il 17,6% preferirebbe la collocazione in cimitero. Continua a leggere

Lulu: il cane che conforta chi soffre per un lutto

All’interno dello staff della Ballard-Durand Funeral & Cremation Services, un’agenzia di onoranze funebri con sede a New York, si è aggiunto di recente un elemento molto speciale: Lulu, un cane da terapia addestrato per offrire conforto alle famiglie in lutto. Continua a leggere

Come coinvolgere i bambini nei funerali: 6 idee

In Italia esistono due scuole di pensiero quando si parla di portare i bambini al funerale di una persona cara defunta. C’è chi pensa che non dovrebbero partecipare e chi, invece, ritiene che debbano essere coinvolti in tutte le fasi: dal fine vita al cimitero.  Continua a leggere

Disposizioni in merito alla vestizione del defunto

A partire dal 5 novembre 2018, la vestizione dei defunti, la tanatocosmesi e il confezionamento del feretro negli ospedali Maggiore e Bellaria di Bologna e nell’Hospice del Bellaria devono essere svolte dalle Imprese di Onoranze Funebri individuate dai famigliari. 

Solo nel caso in cui la morte sia avvenuta per una malattia infettiva e diffusa, la vestizione e la manipolazione del corpo saranno a cura della struttura ospedaliera. Continua a leggere

Cremazione e riti funebri in America: cambiamenti in atto

«La cremazione sta modificando profondamente gli atteggiamenti nei confronti della morte e i rituali funebri ad essa collegati. Insieme alle forme di sepoltura tradizionali, infatti, le nuove generazioni si stanno allontanando dai cimiteri, dai funerali in nero, dai rituali religiosi, per creare nuovi riti più personali e privati». Continua a leggere

Seguici su
Facebook Twitter Youtube
Archivio Notizie