La cremazione in America: nel 2020 supererà l’inumazione

Se il trend si mantiene costante, negli Stati Uniti la cremazione supererà l’inumazione entro il 2020. Questo, in estrema sintesi, quanto emerso dall’ultimo rapporto annuale della Cremation Association of North America (CANA).

Il rapporto mostra un tasso nazionale di cremazione in costante aumento, dal 26,2% nel 2000 al 47% nel 2014 fino al 48,6% nel 2015.

Se questa tendenza continua, come accennato a inizio articolo, l’associazione prevede che le cremazioni supereranno l’inumazione entro il 2020.

Dati sulla cremazione in America

La popolarità di cremazione è stata gradualmente, ma costantemente in aumento sin dal 1960 e mentre le questioni ambientali e gli atteggiamenti religiosi sono fattori che si mostrano alquanto mutevoli, la motivazione principale sembra essere costare: il costo inferiore.

Secondo quanto dichiarato dagli esperti americani del settore, il costo medio di una sepoltura tradizionale può superare ampiamente quello della cremazione che, in America, ha un costo medio tra i 3600 $ (circa 3100 euro) a 3900 $ (circa 3450 euro).

Un prezzo che, a noi italiani, pare esorbitante! Solo per fare un esempio: a Bologna, per i cittadini residenti nel comune, il costo della cremazione è pari a 571,51 euro, mentre per i non residenti è di 611,20 euro.

Tornando al rapporto diramato dalla Cremation Association of North America, un altro motivo per cui la cremazione è ogni anno sempre più scelta è che alcune religioni, tra le quali il cattolicesimo, hanno ampiamente accettato questa pratica; «sono ormai poche le confessioni religiose che la proibiscono, mentre per alcune religioni la cremazione è sempre stata la pratica funeraria tradizionale», ha detto Barbara Kemmis, Direttore Esecutivo dell’associazione.

Altro fattore che ha determinato la crescente popolarità della cremazione è la preoccupazione per l’ambiente, anche se oggi in America è sempre meno sentita grazie un movimento di “sepoltura green” che prevede la sepoltura del corpo in un contenitore biodegradabile (pratica che in Italia è, almeno al momento, vietata)

Per tutti questi motivi, conclude Kemmis «La cremazione sta diventando la nuova tradizione. Quando una persona sceglie la cremazione, è sempre più probabile che anche gli altri famigliari optino per la stessa scelta».

 

Per approfondire

Le statistiche complete sulla cremazione in America sono reperibili, in lingua inglese, sul sito cremationassociation.org

Seguici su
Facebook Twitter Youtube
Archivio Notizie