Come fare le condoglianze su Facebook: 5 suggerimenti

Sui Social Network, e su Facebook in particolare, sono sempre di più le persone che condividono la morte di un famigliare o di un amico. 

In una società che prova disagio e imbarazzo nel parlare della morte, Facebook sta infatti diventato uno dei canali più importanti per la condivisione di un lutto e i messaggi degli amici sono ormai universalmente accettati come fonti di conforto e di sostegno.

Ma, appurato che un messaggio inviato tramite Facebook è ormai entrato a far parte del galateo legato alla morte e al lutto, che cosa è meglio scrivere? È meglio postare pubblicamente sulla bacheca o inviare un messaggio privato? Il classico biglietto di condoglianze, scritto di proprio pugno e inviato via posta, è ancora necessario? 

Siccome le risposte a queste domande dipendono anche dalla relazione che voi stessi avete con la persona in lutto, non esistono regole standardizzate che possano valere per qualsiasi persona e in qualsiasi circostanza. 

Allo stesso tempo, però, esistono alcune raccomandazioni di base che è meglio seguire quando si fanno le condoglianze sui Social Network

Come fare le condoglianze su Facebook

1. NON usare mezzi pubblici per dire cose private

Se il tuo amico non ha usato Facebook (o un altro Social Network o il proprio Blog) per condividere la scomparsa di una persona cara, non essere proprio tu a rendere pubblica la notizia, ad esempio postando un “Mi dispiace per la tua perdita” sulla sua bacheca di Facebook!

Prima di tutto non è detto che il tuo amico voglia condividere il suo dolore con i suoi amici digitali. Secondo, potresti generare una miriade di commenti che il tuo amico non è pronto a gestire.

2. Sii breve e conciso

Non è necessario pubblicare commenti o inviare messaggi prolissi; sui Social Network è meglio essere concisi, soprattutto se la persona che sta soffrendo è un amico che conosci in maniera superficiale.

“Mi dispiace per la tua perdita”, oppure: “I miei pensieri sono con te in questo momento difficile” saranno frasi certamente apprezzate.

Poi, a seconda del grado di intimità che vi lega, puoi inviargli anche una email personale, un biglietto di condoglianze, oppure puoi chiamarlo e/o andare a trovarlo. Spetta a te decidere, appunto, sulla base del vostro rapporto di amicizia. 

3. Non offenderti se non ricevi una risposta

Sui Facebook può succedere che i messaggi si moltiplichino nel giro di pochissimo tempo ed è normale che non si riesca a rispondere a tutti.

Alcune persone, poi, trovano sostegno nel leggere i messaggi di cordoglio, anche se poi non rispondono, oppure pubblicano un generico: “Grazie a tutti del sostegno e dell’amore che mi state dimostrando”. 

Ricordate che il centro dell’attenzione deve restare sulla persona che sta soffrendo, quindi non offendetevi se non vi risponde; a seconda del grado di intimità, dopo qualche giorno scrivetegli in privato oppure chiamatela per informarvi su come si sente o se ha bisogno di aiuto. 

4. Se è (anche) un amico reale

È buona norma inviare anche un biglietto di condoglianze scritto di tuo pugno (in commercio esistono biglietti prestampati dove si può aggiungere una frase personale). 

Alla prima occasione, abbracciatelo forte: è scientificamente provato che gli abbracci hanno un effetto calmante immediato. E, se c’è la confidenza per essere tra gli invitati, partecipa al funerale

5. E se la persona in lutto sei tu?

Non vivere con ansia tutti i messaggi che ricevi online, accogli l’amore e il sostegno delle altre persone e rispondi solo quando ti senti pronto. Non metterti fretta; sanno che stai affrontando la perdita e capiranno anche il tuo silenzio. 

 

Seguici su
Facebook Twitter Youtube
Archivio Notizie