È possibile trasportare le ceneri all’estero?

Si possono trasportare le ceneri di un defunto in un paese estero? Servono dei documenti particolari? A chi vanno chieste le autorizzazioni? 

Sono domande che ci vengono rivolte spesso, qui in Associazione, e ci teniamo a rispondere per continuare a fare chiarezza sul tema della cremazione

Uno dei vantaggi della cremazione è, certamente, una maggiore semplicità nel trasporto dell’urna, che contiene le ceneri di cremazione, rispetto alla salma.  

Il trasporto dell’urna all’estero è quindi possibile, ma non va sottovalutato. Si tratta, a tutti gli effetti, di un trasporto funebre e, come tale, è necessario premunirsi di appositi documenti e autorizzazioni, che vanno richiesti tanto al Comune italiano in cui si è verificato il decesso quanto al Paese in cui si intende disperdere le ceneri. 

Sconsigliamo di sfidare la sorte e viaggiare con l’urna senza le autorizzazioni: si rischia più di una multa. Si rischia la detenzione in carcere. 

Per preparare i documenti necessari, si consiglia di:

  1. Informarsi per tempo sulle autorizzazioni necessarie. A tal proposito, si consiglia la lettura dell’articolo Il trasporto delle ceneri oltre confine.
  2. Affidarsi alle imprese di onoranze funebri. Aiutano spesso i parenti dei defunti a preparare la documentazione necessaria, quindi conoscono da vicino le procedure e sapranno consigliarvi. 

E se si vogliono disperdere le ceneri all’estero?

Si legga Come disperdere le ceneri all’estero.

Seguici su
Facebook Twitter Youtube
Archivio Notizie