SO.CREM Bologna è un’associazione di promozione sociale che, dal 1889, custodisce e tutela le volontà dei propri associati alla cremazione e alla successiva collocazione delle ceneri, anche in assenza di parenti o se i parenti sono contrari. Per favorire la diffusione della cultura cremazionista, senza distinzioni di fede o ideologia, SO.CREM Bologna organizza e promuove iniziative culturali, editoriali e di utilità sociale.
Continua a leggere

In evidenza

6 false credenze sulla cremazione

In questo articolo, abbiamo raccolto 6 false credenze - molto diffuse e molto comuni - sulla cremazione. Per fare chiarezza, le analizziamo insieme una dopo l'altra... “Oggi chiunque può essere cremato!”Attenzione! Non è vero! Di certo oggi la cremazione è più semplice da ottenere rispetto a vent’anni fa, ma non è vero che chiunque può essere cremato. ...

Leggi tutto

Come fare le condoglianze via email

In questi tempi in cui il proprio dolore e le proprie condoglianze non possono essere espressi durante una cerimonia, l’uso della email può essere il più immediato e a volte il più diretto.In questo articolo speriamo di darvi alcuni spunti e consigli utili per esprimere le vostre condoglianze tramite email, in modo semplice e sincero, in ...

Leggi tutto

Come organizzare una cerimonia per la dispersione delle ceneri

La dispersione delle ceneri di una persona amata, che venga effettuata in cimitero o in natura, è un momento unico e irripetibile; una volta disperse, le ceneri non si possono infatti recuperare. Anche questo momento, quindi, avrebbe bisogno di essere commemorato con una semplice cerimonia - a maggior ragione in questo periodo di pandemia, in cui ...

Leggi tutto

Come iscriversi a SOCREM Bologna durante il Coronavirus

«Se la vostra sede è chiusa al pubblico, come posso iscrivermi alla vostra Associazione?» Come abbiamo risposto a chi, in questo periodo di chiusura forzata, ci ha posto questa domanda: non è obbligatorio venire presso la nostra sede per iscriversi a SO.CREM Bologna.  Come potete fare? Scaricare e stampare i documenti presenti sul nostro sito: istruzioni alla compilazione, ...

Leggi tutto

Se muoio per Coronavirus, devo essere cremato?

«Se muoio durante l'emergenza da Coronavirus, devo essere cremato anche se questa non è la mia volontà?» In questi giorni di emergenza sanitaria, abbiamo ricevuto spesso questa domanda via email. Il dubbio nasce dall'ennesima notizia falsa che ha iniziato a circolare sin dagli inizi dell'emergenza sanitaria. Quindi, chiariamo per tutti: chi muore in questo periodo di emergenza, ...

Leggi tutto

Notizie

Nuovi servizi e sconti per i nostri associati

LogoSOCREMIntermedioL’ATTIVITA’ SOCIALE SVOLTA da SO.CREM Bologna nell’ultimo anno e mezzo è stata essenzialmente orientata a due scopi: in primo luogo, garantire l’originario scopo istituzionale dell’Associazione (ovvero, la tutela del diritto alla cremazione dei propri associati); in secondo luogo, ampliare i servizi offerti. Continua a leggere

Italia: nel 2013 le cremazioni sono aumentate dell’8,7%

LA CREMAZIONE nel nostro Paese continua a crescere senza sostanziali inversioni di tendenza. Secondo le stime diffuse da Sefit Federutility, nel 2013 le salme cremate in Italia sono cresciute dell’8,7% rispetto al 2012, pari a un aumento di 8.868 unità. Le ragioni di questo trend vanno ricercate non solo in un cambiamento socio-culturale, che innegabilmente c’è, ma anche nel crescente numero di impianti crematori presenti sul territorio e nell’impatto della crisi economica. Inutile negare che molte persone scelgono la cremazione perché più conveniente rispetto all’inumazione e alla tumulazione. Continua a leggere

Il punto sul testamento biologico

LA DICHIARAZIONE ANTICIPATA di trattamento permette di mettere nero su bianco le proprie volontà in caso di malattie o lesioni traumatiche irreversibili. E mentre arriva la sentenza del Consiglio di Stato che stabilisce che Eluana Englaro aveva diritto di morire in Lombardia (la Regione si rifiutò di attuare la sospensione delle terapie alla donna in stato vegetativo da 18 anni, che fu quindi trasferita in una clinica del Friuli per sospendere trattamento e sondino), si riapre il dibattito sul testamento biologico e sul diritto  a decidere del proprio fine vita.

Continua a leggere

Seguici su

Facebook Twitter Youtube

Archivio Notizie