SO.CREM Bologna è un’associazione di promozione sociale che, dal 1889, custodisce e tutela le volontà dei propri associati sulla cremazione, nel pieno rispetto della dignità umana e del sentimento della pietas verso i defunti. Per favorire la diffusione della cultura cremazionista, senza distinzioni di fede o ideologia, SO.CREM Bologna organizza e promuove iniziative culturali, editoriali e di utilità sociale.
Continua a leggere

In evidenza
La ruota dell'esistenza in un tempio buddista

Vorreste vivere per sempre?

La domanda è stata lanciata dal professor Francesco Campione che, sul suo blog Finito e Infinito, invita gli utenti a esprimere il loro parere. Con questa inchiesta il prof. Campione, medico psicologo e tanatologo che ha portato in Italia il Death Café, si prefigge di incoraggiare il maggior numero possibile di persone a riflettere su "un dubbio antico: è preferibile vivere per sempre o morire al momento giusto e nel modo giusto?". Un desiderio, quello di "vivere per sempre", che si ...

Leggi tutto

Le nuove frontiere della cremazione

Le nuove frontiere della cremazione sono legate al concetto di cenere come nutrimento, finalizzato alla creazione di una nuova vita, affinché la morte non sia più solo sinonimo di perdita e di assenza. Quando si pensa alla cremazione, la prima immagine che viene in mente è quella della corpo che brucia e diventa cenere. Come dimostrano numerosi studi svolti a livello sociologico e antropologico, per alcune popolazioni questa immagine reca con ...

Leggi tutto

Socrem per i soci: aperto un ufficio di appoggio a Bologna

LA NOSTRA ASSOCIAZIONE si è dotata di un ufficio secondario, ospitato all'interno della sede di Bologna Servizi Funerari (BSF) in via Emilia Ponente 56, che va ad affiancarsi a quello principale di via Irnerio 12/3. Negli orari di apertura della struttura (lunedì-venerdì 7.30-18, sabato 7.30-17.30, festivi 7.30-13.30) è possibile rivolgersi al personale di BSF per informazioni. Il personale di SO.CREM Bologna riceve solo su appuntamento il mercoledì dalle 14.30 alle 17.30.  L'edificio che ospita l'ufficio, facilmente raggiungibile sia in auto che ...

Leggi tutto

Bilancio 2015: ecco i documenti presentati e approvati in Assemblea

LO SCORSO 13 APRILE si è svolta l’Assemblea Ordinaria dei Soci di SO.CREM Bologna. Su invito del Consiglio Direttivo, il presidente Vittorio Melchionda ha presentato la Relazione sull’andamento della gestione. L’Assemblea ha quindi approvato all'unanimità sia il Bilancio Consuntivo 2015 che il Bilancio Preventivo 2016.  Riportiamo, di seguito, i documenti che gli interessati possono consultare e scaricare: Bilancio 2015 Conto Economico Previsionale 2016 Relazione sull'andamento della gestione

Leggi tutto

Italia: cremazioni al 20% nel 2014

LE CREMAZIONI EFFETTUATE IN ITALIA NEL CORSO DEL 2014 sono cresciute del 6,5% rispetto all’anno precedente, traducendosi in un aumento di 7.246 unità. A renderlo noto è SEFIT-Servizi Funerari Italiani, che come ogni anno ha pubblicato le statistiche sul settore evidenziando che nel 2014 sono state complessivamente effettuate 117.956 cremazioni di feretri contro le 110.710 del 2013. L’incidenza effettiva della cremazione sul totale delle sepolture ha raggiunto nel 2014 il 19,71%, ...

Leggi tutto

Notizie

Benvenuti nel cimitero del futuro

Il cimitero flottante in mezzo al mare. Il cimitero più alto del mondo. Il cimitero urbano caratterizzato da scie luminose che si propagano dai resti dei cari estinti. Che cosa hanno in comune? Sono esempi di quello che i cimiteri potrebbero diventare in futuro. Continua a leggere

I vantaggi della cremazione

Perché prediligere la cremazione all’inumazione (sepoltura) e alla tumulazione (collocazione del feretro in un loculo)? Al di là di specifiche motivazioni religiose o ideologiche, il sito urns online ci ricorda i vantaggi pratici di questa scelta. Continua a leggere

I giornalisti raccontano la morte ma non la conoscono

di David Randall (da “Internazionale”)

L’attacco terroristico di Nizza, la sparatoria di Monaco, l’incidente ferroviario in Puglia, i bambini investiti dalle macchine in tutte le città a tutte le ore: ogni giorno i notiziari riportano tragedie e manifestazioni in onore dei morti. E, altrettanto inesorabili, sembrano essere le lamentele sui social network per l’incapacità e l’insensibilità dei giornalisti nel raccontare la morte, le sue vittime e le loro famiglie. È una faccenda sulla quale vale la pena di riflettere. Continua a leggere

Facebook Twitter Youtube

Archivio Notizie