SO.CREM Bologna è un’associazione di promozione sociale che, dal 1889, custodisce e tutela le volontà dei propri associati alla cremazione e alla successiva collocazione delle ceneri, anche in assenza di parenti o se i parenti sono contrari. Per favorire la diffusione della cultura cremazionista, senza distinzioni di fede o ideologia, SO.CREM Bologna organizza e promuove iniziative culturali, editoriali e di utilità sociale.
Continua a leggere

In evidenza

Fiction e film italiani: 7 errori sulla cremazione

Nei film sembra sempre tutto molto facile. Si prendono le ceneri di un defunto, si disperdono in mare, si trasportano da una parte all'altra dell'Italia (o del mondo) senza preoccuparsi troppo di "dettagli" come le autorizzazioni o i rischi che si possono correre. Ma è veramente tutto possibile? Quanto c'è di reale e quanto di finzione?   In ...

Leggi tutto

La morte si fa social: intervista a Davide Sisto

La presentazione del libro “La morte si fa social”, organizzata da SO.CREM Bologna lunedì 26 novembre 2018 presso la Biblioteca Sala Borsa, è stata più di una semplice esposizione dei contenuti del libro. L’incontro è stato un vero e proprio confronto tra l’autore del libro, il filosofo Davide Sisto, e il Prof. Francesco Campione – medico psicologo, tanatologo, ...

Leggi tutto

Le DAT sono salve! L'emendamento è stato rigettato

Le Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT) hanno corso un terribile rischio: se l'emendamento proposto dal Movimento 5 Stelle fosse stato approvato, i cittadini avrebbero dovuto depositare le proprie DAT presso il Comune di nascita, con prevedibili inutili complicazioni. Per fortuna, il Presidente del Senato - Sergio Mattarella - ha considerato l'emendamento inammissibile e l'ha rigettato, per cui nel ...

Leggi tutto

I luoghi della cura e della morte

Ampiamente diffusa, e non solo nel nostro Paese, la credenza che in passato si morisse "meglio": nel proprio letto, circondati dai propri cari che fornivano amorevole assistenza. Ma era veramente così? A questa domanda ha dato risposta il sociologo Marzio Barbargli nel corso del convegno "Con dignità, senza dolore", organizzato a Bologna dalla nostra Associazione in data ...

Leggi tutto

Tornano le visite ai luoghi e ai simboli della morte nella città di Bologna

Da domenica 2 dicembre riprendono le visite di BolognAltrove, l'iniziativa ideata e promossa dalla nostra associazione per far scoprire i luoghi e i simboli della morte nella città di Bologna.  Il programma è stato come sempre creato insieme a Federica Dodi, co-ideatrice e co-organizzatrice di BolognAltrove, che ci guida con grande passione e impeccabile preparazione alla scoperta di ...

Leggi tutto

Notizie

Il biotestamento torna all’esame parlamentare

IL 4 FEBBRAIO SCORSO la Commissione Affari sociali della Camera ha finalmente avviato, per la prima volta nella XVII legislatura, la discussione sul cosiddetto testamento biologico. Sette le proposte di legge all’ordine del giorno, tutte di iniziativa parlamentare. Oggetto della discussione interna alla Commissione sono state in primis le proposte legate al consenso informato e alle dichiarazioni anticipate. Continua a leggere

Death Café a Bologna: la prima volta in Italia

LO SCORSO 29 OTTOBRE si è tenuto a Bologna, presso la sede dell’Associazione Rivivere guidata dal professor Francesco Campione, il primo Death Café italiano. L’evento, che ha riscosso un notevole successo di pubblico, ha costituito l’occasione per discutere liberamente di un tema sempre più tabù per la nostra società: quello della morte. Perché se è vero che ogni giorno siamo esposti alla morte violenta (quella di cui ci parlano continuamente i media), è altrettanto innegabile che qualsiasi discussione sul decesso “naturale” tende a essere accuratamente evitata.

Continua a leggere

Cure palliative: sulla legge 38 si può (e si deve) fare di più

LA XVI GIORNATA DI SAN MARTINO ha offerto alla Federazione Cure Palliative l’occasione per fare il punto della situazione sui passi avanti compiuti nell’applicazione della legge 38 sulle cure palliative. Nel corso di una conferenza stampa tenutasi in Senato, il presidente della Federazione Luca Moroni ha sottolineato che “l’Italia vanta un quadro normativo esemplare a livello europeo e un impegno straordinario da parte delle organizzazioni che operano nelle cure palliative, ma ci sono aree in cui questa forma di assistenza è praticamente inaccessibile”. I dati, del resto, parlano chiaro: nonostante le cure palliative siano ormai largamente riconosciute come una forma di assistenza necessaria per chiunque sia colpito da un male incurabile, a cinque anni dall’entrata in vigore della legge 38 solo il 30% dei malati ha accesso a questo servizio. Continua a leggere

Italia: cremazioni al 20% nel 2014

LE CREMAZIONI EFFETTUATE IN ITALIA NEL CORSO DEL 2014 sono cresciute del 6,5% rispetto all’anno precedente, traducendosi in un aumento di 7.246 unità. A renderlo noto è SEFIT-Servizi Funerari Italiani, che come ogni anno ha pubblicato le statistiche sul settore evidenziando che nel 2014 sono state complessivamente effettuate 117.956 cremazioni di feretri contro le 110.710 del 2013. L’incidenza effettiva della cremazione sul totale delle sepolture ha raggiunto nel 2014 il 19,71%, e le regioni dove la cremazione è più diffusa – in termini di rapporto percentuale rispetto al dato nazionale – sono la Lombardia (24,8%), il Piemonte (16,1%) e l’Emilia-Romagna (13%). Continua a leggere

Seguici su

Facebook Twitter Youtube

Archivio Notizie