Sono previsti sanzioni o controlli sulle urne in affido?

Il Comune annota in un apposito registro le generalità dell’affidatari e del defunto e, mediante la Polizia Municipale, può procedere in qualsiasi momento a controlli, anche periodici, sull’effettiva collocazione.

Se, durante un controllo, l’urna non è presente o è stata manomessa (ad esempio è stata aperta e le ceneri sono state disperse), l’affidatario può essere incriminato per vilipendio di cadavere e rischia da 2 a 5 anni di reclusione.

Per approfondire: Che cosa significa affidare le ceneri a qualcuno?