Cosa posso fare per avere la certezza di essere cremato?

Secondo quanto espresso dalle norme in materia di cremazione (cfr: Legge 30 Marzo 2001 n. 130 e Legge 29 luglio 2004 n. 19), l’autorizzazione alla cremazione è concessa nel rispetto della volontà espressa dal defunto o dai suoi familiari attraverso una delle seguenti modalità:

  1. la disposizione testamentaria del defunto, tranne nei casi in cui i familiari presentino una dichiarazione autografa del defunto contraria alla cremazione fatta in data successiva a quella della disposizione testamentaria stessa;
  2. l’iscrizione, certificata dal rappresentante legale, ad associazioni riconosciute che abbiano tra i propri fini statutari quello della cremazione dei cadaveri dei propri associati (come SO.CREM Bologna), tranne nei casi in cui i familiari presentino una dichiarazione autografa del defunto fatta in data successiva a quella dell’iscrizione all’associazione. L’iscrizione alle associazioni di cui al presente numero vale anche contro il parere dei familiari;
  3. in mancanza della disposizione testamentaria, o di qualsiasi altra espressione di volontà da parte del defunto, la volontà del coniuge o, in difetto, di tutti i parenti più prossimi individuati ai sensi degli articoli 74, 75, 76 e 77 del codice civile (per intenderci: ci vuole la firma del coniuge o, in mancanza, devono firmare tutti i parenti di pari ordine e grado).

Per approfondire: Essere soci – domande e risposte