Su Rai 1 si è parlato di cremazione: le nostre precisazioni

Questa mattina, all’interno del programma Tempo e Denaro condotto da Elisa Isoardi su Rai 1, si è parlato anche di cremazione e destinazione delle ceneri.

L’argomento è stato appena accennato all’interno di un discorso molto più ampio sui costi per il funerale (difficile spendere meno di 2500 euro) e per i fiori (il cui costo non sembra essere aumentato nel corso degli anni) e sul giorno dei morti.

Precisazioni sulla cremazione

Per maggiore completezza di informazione sul tema della cremazione, ci teniamo quindi a specificare meglio alcuni dei punti che sono stati toccati nel corso dell’intervista, affinché non nascano fraintendimenti:

  1. L’intervistato ha citato la Legge Nazionale in tema di cremazione (Legge 30 Marzo 2001 n. 130), dicendo che – in mancanza di una volontà scritta – per ottenere l’autorizzazione alla cremazione serve il consenso della maggioranza dei parenti di pari ordine e grado.

    A tal proposito, teniamo a specificare che in Emilia Romagna dobbiamo attenerci alla Legge Regionale 29 luglio 2004 n. 19 che impone il consenso di tutti i parenti di pari ordine e grado quindi, ad esempio: il coniuge e tutti i figli, oppure i genitori e tutti i fratelli, oppure tutti i nipoti ecc.
  2. Nel corso dell’intervista hanno spiegato molto bene che l’affido dell’urna è un contratto vincolante, per cui l’urna viene affidata a una specifica persona e, per legge, deve essere conservata nel domicilio di residenza dell’affidatario, per cui se quest’ultimo dovesse cambiare casa, dovrebbe comunicare anche il nuovo domicilio dell’urna.

    Una cosa importante che è stata omessa è che, al decesso dell’affidatario, l’urna non segue l’asse ereditario e deve ritornare in cimitero (o in cinerario comune o in un tombino regolarmente acquistato dai superstiti). In nessun caso le ceneri di un’urna data in affido possono essere disperse.

    Altro dato da sottolineare è che i Comuni si avvalgono della Polizia Municipale per fare dei controlli sull’effettiva collocazione dell’urna.
  3. Si è parlato anche molto poco della posizione della Chiesa nei confronti della cremazione e della destinazione delle ceneri.

    Per questo motivo vi rimandiamo alla lettura dell’articolo Chiesa cattolica e cremazione: facciamo chiarezza.

Per maggiori informazioni:

Se aveste ulteriori dubbi in materia di cremazione e destinazione delle ceneri, potete leggere la pagina dedicata alle Domande&Risposte, oppure contattarci:

SO.CREM Bologna
051.24.17.26
info@socrem.bologna.it

Facebook Twitter Youtube
Archivio Notizie