Bologna, aggiornate le tariffe cimiteriali

IL COMUNE DI BOLOGNA HA APPROVATO l’aggiornamento delle tariffe cimiteriali per l’anno 2015 con apposita delibera del 28 luglio scorso. In generale, le tariffe sono state incrementate dell’1,3% (in conformità a quanto previsto dal vigente Regolamento di Polizia Mortuaria), ma per alcune voci – come concessione loculi, allacciamento luce votiva, cremazione bambini e parti anatomiche – sono state introdotte significative agevolazioni.

Ecco le principali novità introdotte:

  • il periodo di concessione dei loculi è stato allungato dai precedenti 20, 40 e 60 anni agli attuali 25, 50 e 75 mantenendo invariato l’importo dovuto;
  • nella concessione degli ossari è stato introdotto un periodo intermedio fra i 30 e i 90 anni di 60 anni;
  • è stata riconosciuta la possibilità di richiedere il prolungamento della concessione originaria anche prima del termine della concessione stessa;
  • il periodo di rinnovo dei loculi, dopo la scadenza della concessione, è stato esteso a 30, 60 e 90 anni lasciando invariati i corrispettivi dovuti;
  • è stato introdotto uno sconto del 50% sulla tariffa di cremazione dei bambini e su quella di allacciamento della luce votiva:
  • è possibile attivare contratti di luce votiva con pagamento anticipato a 10 anni con uno sconto del 10% e a 25 con uno sconto del 15% sulla tariffa ordinaria;
  • è stato riconosciuto uno sconto significativo sulla cremazione di parti anatomiche;
  • la tariffa di concessione dei loculi doppi è stata scontata del 5%.

Le principali tariffe aggiornate (IVA compresa) relative alla cremazione e alla dispersione sono le seguenti:

  • Cremazione residenti nel comune: € 565,29
  • Cremazione non residenti nel comune: € 604,55
  • Cremazione resti mortali provenienti da cimiteri bolognesi: € 452,23
  • Cremazione resti mortali non provenienti da cimiteri bolognesi: € 483,64
  • Dispersione ceneri in Certosa: € 244,26
Facebook Twitter Youtube
Archivio Notizie