Lutto in famiglia: 6 consigli per aiutare i bambini

Come aiutare i bambini a rielaborare il lutto per la perdita di una persona cara? In questo articolo condividiamo con voi 6 utili consigli.

Quando muore una persona di famiglia, il senso di dolore e di perdita non coinvolge infatti solo gli adulti. Anche i bambini sperimentano il lutto, e i genitori spesso si sentono impreparati di fronte ai sentimenti, alle domande e alle reazioni dei propri figli. 

Al pari di quello che abbiamo avuto modo di specificare nell’articolo Come spiegare la morte ai bambini, non esistono delle vere e proprie regole da seguire per aiutare i propri figli a vivere il lutto: ogni lutto è diverso, ogni bambino è diverso, ogni famiglia è diversa…

Allo stesso tempo, però, ci sentiamo di condividere con voi alcuni consigli, che potete tenere come punti fermi per stare accanto al vostro bambino in questi momenti di dolore e di perdita

6 consigli per aiutare un bambino in lutto

1. Siate di conforto e non sottraetevi alle domande

Ogni bambino reagisce in modo diverso nell’apprendere che una persona cara è morta. Alcuni piangono, alcuni fanno mille domande, altri sembrano non reagire affatto. 

Ogni reazione va bene; ai genitori spetta il compito di restare accanto al bambino, offrendo di volta in volta affetto, rassicurazione e risposte alle domande. 

2. Condividete con loro le vostre emozioni

È importante che il bambino capisca di non essere il solo a soffrire. Se condividete i vostri sentimenti, lo aiuterete a sentirsi più a suo agio con quello che prova. 

Però non esagerate! È importante porsi sempre al livello del bambino, non trattarlo come un adulto e ricordarsi che non è un amico o un confidente, ma vostro figlio. 

Anche in questo caso, si consiglia di approfondire il discorso leggendo l’articolo Come spiegare la morte ai bambini.

3. Spiegate a vostro figlio che cosa cambierà

Se la morte di una persona cara significa cambiamenti per la vita del bambino, parlategliene.

Ad esempio, se la nonna andava a prenderlo a scuola, spiegate loro che da ora in avanti sarà il nonno o lo zio o qualcun altro a farlo. 

In questo modo vivrà i cambiamenti con maggiore serenità, scongiurando preoccupazioni o delusioni

4. Aiutate il bambino a ricordare

Per quanto possa essere doloroso per un genitore, è importante mantenere vivo il ricordo della persona morta: condividere ricordi felici attiva infatti sentimenti positivi e aiuta a guarire dal dolore. 

La guarigione non significa dimenticare la persona morta, ma ricordarla con amore

A questo proposito, leggete anche A Natale accendi una lanterna per i tuoi cari defunti.

5. Aiutate il bambino a sentirsi meglio

Offrite sempre conforto al vostro bambino quando si sente triste, ma non soffermatevi troppo sul dolore.

Abbracciatelo per un po’ e dopo giocate insieme, leggete un bel libro; insomma passate a un’attività che lo faccia sentire meglio

6. Prestategli attenzione

Prestate attenzione a vostro figlio e al suo comportamento; se notate che fatica a riprendersi dal lutto, assumendo degli atteggiamenti che non ha mai avuto (ad esempio non vuole più giocare o uscire di casa, piange di frequente o smette di mangiare), contattate prima di tutto il pediatra; potrebbe essere utile un consulto medico. 

Nota di redazione

Questo articolo è una traduzione e rielaborazione di Helping Your Child Deal With Death, pubblicato su kidshealth.org in settembre 2016

Per approfondire

Si consiglia la lettura dell’articolo Come spiegare la morte ai bambini, con video-intervista al tanatologo Francesco Campione.

Seguici su
Facebook Twitter Youtube
Archivio Notizie